Archivi tag: lettere dal bosco

Lettere dal bosco – Toon Tellegen

UNA STAGIONE DA LEGGERE  Rubrica dedicata alle stagioni nei libri, perché ogni storia ha la sua stagione.

di Rossella Gaudenzi

ESTATELettere dal bosco, trecento storie di animali di Toon Tellegen

I Serpenti son tornati dopo una lunga pausa estiva.

Ed è proprio attraverso un delicato racconto tratto da uno dei nostri libri delle vacanze,  Lettere dal bosco, trecento storie di animali, dello scrittore olandese Toon Tellegen, che riprendiamo a dar voce alla buona letteratura.

image1

Una calda notte di fine estate la lucciola si stufò dei compleanni, delle torte e dei discorsi che una sera dopo l’altra la toccava illuminare, e partì per un viaggio. Volò fuori dal bosco, attraversò la prateria e ben presto giunse al deserto. In alto, sopra di lei, brillavano milioni di stelle, ma lì in basso sulla terra sconfinata, era sola. Tutti i granelli si somigliavano e a metà della notte la lucciola si smarrì. Cominciò a singhiozzare e si spense.

“Ah”, diceva. “Come sono sola adesso”. Ma all’improvviso comparve un’ombra accanto a lei. La lucciola si riaccese in fretta e vide che si trattava del pipistrello.

“Mi sono smarrita”, disse la lucciola.

“Anch’io”, disse il pipistrello.

“Ma è terribile”, disse la lucciola.

“Io mi smarrisco sempre”, disse il pipistrello.

La lucciola tacque e guardò il pipistrello con un’espressione seria.

“Ma allora dov’è che vivi?”, chiese dopo un po’.

Con la punta di un’ala il pipistrello si grattò l’altra.

“Non lo so”, rispose.

“Ma da qualche parte abiterai, no?”, chiese la lucciola.

“Penso di sì”, disse il pipistrello in modo quasi impercettibile.

“Oh”, disse la lucciola. Si spense per la sorpresa e si mise a riflettere intensamente.

“Tu abiti laggiù”, disse il pipistrello e indicò un punto lontano dove l’orizzonte cominciava già a schiarire.

“Oh, grazie”, disse la lucciola. Si riaccese e si mise in cammino.

“Spero che troverai presto la tua casa!”, gridò poi.

“Sì”, disse il pipistrello, poi sfrecciò in alto, guardò dietro una roccia, si introdusse in una grotta, passò al volo radente sulla sabbia, ma sapeva che non l’avrebbe mai trovata.

Note sugli autori:

Toon Tellegen nasce a Brielle (Paesi Bassi) nel 1941. Debutta come autore di poesie nel 1977. Nel 1981 comincia a scrivere racconti che hanno come protagonisti gli animali del bosco, inizio di una lunga carriera di narratore per ragazzi, che gli frutterà un’infinità di premi, tra cui diversi Griffel d’oro e d’argento, il Theo Thijssen Prijs, il Woutertje Pieterse Prijs e il Gouden Uil.

Mance Post, nata ad Amsterdam nel 1925, è la decana degli illustratori olandesi. È stata insignita del Max Velthuijs Prijs alla carriera. La collaborazione con Toon Tellegen si è dipanata nel corso degli anni attraverso numerosissime edizioni di racconti, di cui le pagine di questo volume sono un prezioso esempio.